Vino Dingač

  • Il vino Dingač nije non è un vino semplice, bensì è diventato un simbolo di prestigio e religione, un liquido santo, basato sulla tradizione della produzione del vino di questa regione. Nelle condizioni del clima mediterraneo che si distingue per gli inverni brevi e miti, e le estati lunghe e calde bagnate dal sole, sono nati i vini caratterizzati da un equilibrio perfetto di alcol, acido, minerali, tannini, colore, proteine e vitamine. Il microclima e il micro rilevo sono stati decisivi per la qualità, mentre il vitigno plavac mali (plavac piccolo) che per la sua resistenza alla siccità e il colore rosso rubino in Dalmazia viene chiamato anche „sangue della terra“, ha dato i migliori effetti proprio nel vino Dingač. Dingač è un vino rosso di prima classe di origine controllata prodotto in alcune zone limitate della penisola di Pelješac. Nel 1961 è stato protetto con la Convenzione di Ginevra ed è diventato il primo vino croato tutelato dalla legge. Si ottiene dal vitigno autoctono plavac mali della località di Dingač, sui ripidi pendii della penisola di Pelješac. È caratterizzato da un intenso colore rosso rubino, un bouquet estremamente ricco, un aroma di intensità delicata e il sapore pieno ed equilibrato.




Sistemazione di ricerca

Rimani in contatto




Link

Ente Nazionale Croato per il Turismo

Ente turistico della regione di Dubrovnik e della Neretva    Visit Pelješac


Ente Nazionale Croato per il Turismo